Posts Taggati ‘volontariato’

Collabora con noi o scopri come supportarci

La scuola sta per finire, ma anche per chi ha già terminato gli studi si avvicinano scadenze importanti, ad esempio la presentazione della dichiarazione dei redditi o la progettazione della seconda metà dell’anno.

Anche noi di Cooperativa Samarcanda vogliamo condividere con voi alcuni pensieri con dei suggerimenti che possono essere una scelta responsabile da parte vostra e un grande aiuto per noi!

Partiamo dal servizio più importante che offriamo, l’accoglienza

Tra i progetti realizzati “La tenda di Abramo” con la rete dei Comuni dell’Alto Vicentino per la gestione dell’emergenza in Ucraina, mentre sono ancora in corso ASYLIA che segue laccoglienza richiedenti di protezione internazionale e la gestione del progetto SAI “Mosaico” del comune di Marano VicentinoScopri di più su questo servizio

 

Foto dal sito Vita.it

Promettenti i risultati dei settori di Samarcanda dedicati ai più giovani, Fuoridea e Megahub.

I risultati di Fuoridea nella gestione del Faber box di Schio sono stati ottimi: nel 2023 più di 10.000 ragazzi e ragazze tra i 14 e i 19 anni hanno attraversato questo nuovo spazio per i giovani. Per ogni giorno di apertura gli operatori sociali di Samarcanda hanno fornito una o più consulenze sui temi della formazione, lavoro, volontariato e tempo libero.

A Valli del Pasubio, invece, ragazzi e ragazze sono diventati protagonisti attivi di progetti di rigenerazione urbana con incontri dedicati alla street art e al writing, oltre ad un grande progetto di riqualificazione urbana. Sta nascendo  infatti un centro di aggregazione ricreativo e/o per lo studio, il lavoro a distanza e gli incontri di gruppo, che sarà gestito dai giovani in collaborazione con la comunità e il Comune.

Il fablab (laboratorio digitale) di Megahub, infine, oggetto di studio all’interno del saggio “Fabschool. La pedagogia creativa modello ‘Maker’ a scuola” della ricercatrice Martina Ferracane, ha inaugurato una nuova sede all’interno del progetto Villa Fabris Bene Comune a Thiene.

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci, oppure, se vuoi supportare i progetti descritti sopra, segui questi suggerimenti 

Piano operativo per colloqui Servizio Civile Universale

Piano operativo per lo svolgimento dell’organizzazione delle prove “in presenza” per la
selezione degli aspiranti operatori volontari del servizio civile universale ai sensi della Circolare del
Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale del 24 febbraio 2021 recante
“Indicazioni sulle modalità operative di svolgimento dei colloqui degli aspiranti operatori volontari”

Tipologia di spazi dedicati e procedure di areazione

I locali adibiti all’espletamento della prova orale devono essere ampi e areati; saranno oggetto di frequente ricambio d’aria, in particolare quando si avvicendano i candidati, mediante apertura di finestre al fine di favorire l’aerazione naturale dell’ambiente.
I locali dovranno garantire la possibilità del mantenimento ed il rispetto del “criterio di distanza droplet” di almeno 1 metro tra il personale dell’organizzazione/vigilanza e tra le commissioni esaminatrici, aumentato di un altro metro nell’aula concorso (totale 2 mt), tra i candidati e tra i candidati e il personale dell’organizzazione/vigilanza e le commissioni esaminatrici in ogni fase della procedura concorsuale. Gli eventuali uditori dovranno essere in numero limitato ed adeguato a garantire il necessario distanziamento. In tutta l’area, particolarmente nelle aree antistanti l’aula concorsuale e i servizi igienici, devono essere resi disponibili, in numero adeguato, dispenser con soluzione idroalcolica per le mani e cartelli con le istruzioni per il corretto lavaggio delle mani.
L’ente, anche mediante apposita cartellonistica affissa nell’area concorsuale, raccomanda ai candidati la moderazione vocale, evitando volumi alti e toni concitati al fine di ridurre l’effetto “droplet”.

Servizio Civile Universale a Samarcanda

E’ aperto il bando di selezione per i giovani tra 18 e 28 anni che intendono fare un’esperienza di servizio civile universale.

Cooperativa Samarcanda mette a disposizione 3 posti per i seguenti progetti:

  • Assistenza di donne in difficoltà e donne con minori (vd. scheda progetto qui)
  • Accoglienza di persone migranti (vd. scheda progetto qui)
  • Accoglienza di persone affette da dipendenze (vd. scheda progetto qui)

Le candidature vanno presentate entro le ore 14.00 di lunedì 15 febbraio 2021.
Info: alberto.graziani@samarcandaonlus.it

Scarica il dépliant del CNCA sul servizio civile

Leggi il bando 2020

COME PRESENTARE DOMANDA
Gli aspiranti operatori volontari devono presentare la domanda di partecipazione esclusivamente attraverso la piattaforma Domanda on Line (DOL) raggiungibile tramite PC, tablet e smartphone all’indirizzo https://domandaonline.serviziocivile.it dove, attraverso un semplice sistema di ricerca con filtri, è possibile scegliere il progetto per il quale avanzare la candidatura.

Aperto il bando di Servizio Civile Regionale

E’ aperto il bando 2020 per il Servizio Civile Regionale.
Cooperativa Samarcanda ricerca 1 volontaria/o che farà un’esperienza di 1 anno nel servizio del centro di accoglienza “Casa Bakhita” a Schio.
Il nostro progetto si intitola “Rilanciamo il sasso nello stagno”, l’ente capofila è Progetto Zattera Blu e il coordinamento è del C.N.C.A.

Requisiti per candidarsi:

  • Avere dai 18 anni compiuti ai 28 anni e 364 giorni
  • Essere cittadini italiani, comunitari o stranieri regolarmente residenti in Veneto
  • Compilare allegato C + allegato D + presentare Curriculum Vitae + copia del documento d’identità
  • Portare la candidatura nella nostra sede a Casa Bakhita, in vicolo Leonzio Maddalena, 6 – Schio

Scadenza delle candidature: 30 settembre 2020

Info e contatti: alberto.graziani@samarcandaonlus.it

 

Conclusione progetto “L’altra parte dell’emergenza”

Vi proponiamo la lettera scritta delle colleghe di Progetto Seta e alcuni pensieri espressi dalle volontarie dello Sportello Donna di Malo a conclusione dell’evento online proposto nei mesi di lockdown.

“Care tutte,
in queste ultime settimane abbiamo ripreso ad uscire e tutto sta riprendendo a scorrere. Lo Sportello Donna di Malo ha ripreso la sua attività già da oltre due settimane e siamo molto felici di poter incontrare “in presenza”  tutte le donne che vogliono contattarci.

Con questa apertura si chiude anche l’evento L’altra parte dell’emergenza: rimani informata a casa!Vi salutiamo con i messaggi che arrivano dai gruppi Le Rose di Atacama e Donne in cammino che in queste lunghe giornate  sono stati spazi virtuali di chiacchiere, condivisioni e consigli ma soprattutto di quotidiana vicinanza femminile.

Vi aspettiamo allo Sportello Donna di Malo!
L’equipe Progetto Seta”

 

Credo le donne del gruppo si siano sentite in qualche modo vicine l’una all’altra seppur spazialmente lontane. Attraverso le foto vecchie che ho pubblicato è stato possibile condividere bei ricordi ed emozioni che ci hanno unite e trasportato con la testa tra i nostri passi…E’ stato un modo per coccolarci e per ricordarci che a volte anche il solo “buongiorno” è un modo di dire “Hei, guarda che ti penso!”.
Questo gesto ci permette di essere sempre unite lungo lo stesso cammino!
                                                                  Natascia ( Volontaria referente del Gruppo Donne in Cammino)

Comunicato stampa Sportello Donna di Malo

Comunicato stampa
Sportello Donna di Malo: dopo l’inaugurazione degli spazi rinnovati,
proseguono le attività a tutela delle donne.
Al via il corso di formazione per volontarie dello Sportello;
il gruppo di lettura in Biblioteca e il corso di italiano per donne straniere 

Malo. Dopo la grande partecipazione all’inaugurazione degli spazi rinnovati dello Sportello Donna e Famiglia di Malo, avvenuta lo scorso 27 settembre, continua la proposta di nuove attività a tutela delle donne e a favore della parità di genere da parte della cooperativa Samarcanda onlus di Schio, che da gennaio gestisce lo Sportello per il Comune di Malo.

Inizia questa sera, 30 settembre, il corso di formazione per volontarie dello Sportello, “Donne che sostengono le donne”, un gruppo femminile che sarà coinvolto nelle attività future dello spazio. Il corso si articola in tre incontri gratuiti (previa iscrizione) sempre di lunedì, fino al 14 ottobre, dalle 20.00 alle 22.00 negli spazi dello Sportello. Il corso avrà come relatrici le operatrici della cooperativa Samarcanda che sono presenti presso lo Sportello Donna, insieme alle dottoresse Maria Stocchiero, sulla relazione di aiuto (30 settembre), Roberta Radich, sui lavori di gruppo (7 ottobre), e Cristiana Piazzo sulla condivisione e programmazione delle prossime attività.
Mercoledì 9 ottobre, alle ore 20.00 presso la Biblioteca, inizia anche il nuovo gruppo di lettura “Le rose di Atacama”, un gruppo al femminile proposto dallo Sportello Donna in collaborazione con la Biblioteca comunale Luigi Meneghello. Il gruppo – a ingresso libero, previa iscrizione presso la Biblioteca al numero 0445.585229 – si ritroverà poi ogni primo mercoledì del mese per condividere la lettura di un libro, dalle 20.00 alle 22.00 in Biblioteca. Gli incontri saranno condotti da Ilaria Colasanti, responsabile della Biblioteca di Malo, e Lidia Daniela Sparacino, volontaria dello Sportello Donna, vincitrici de “Il concorso dei racconti” per testi inediti, promosso dalla trasmissione di Rai Radio1, “Plot Machine”.

Servizio Civile Universale: come candidarsi

Cooperativa Samarcanda accoglie 3 volontarie/i all’interno di 3 specifici progetti di Servizio Civile Universale.

I 3 progetti ai quali è possibile candidarsi sono:

Requisiti minimi di accesso:
– cittadinanza italiana, ovvero di uno degli Stati membri dell’Unione Europea, ovvero di un Paese extra UE purché regolarmente soggiornante in Italia
– avere tra i 18 e i 28 anni
– non aver riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata
– non avere svolto altri progetti di Servizio Civile