Corso per donne disoccupate: smartworking e leadership femminile

Samarcanda propone un nuovo corso gratuito per donne disoccupate che si terra in modalità on-line: le partecipanti potranno partecipare collegandosi a internet da casa con il pc o il tablet.

L’ibridazione delle competenze a supporto dello smartworking” è il tema principale.

Tra gli argomenti che saranno affrontati

– Le tue risorse: cosa fai e come lo fai? Perché sei credibile?
– La leadership femminile e il lavoro in team
– Competenze organizzative, amministrative e fiscali


Il percorso pone l’attenzione riguardo a comportamenti personali, organizzativi ed elementi della cultura aziendale che vanno conosciuti per rispondere alle nuove esigenze delle aziende quando vanno a ricercare personale.

Lo sforzo e lo shock subito con Covid19 deve essere capitalizzato guidandoci nel passaggio dal homeworking allo smartworking.

In questo momento in particolare  è necessario un’impostazione e un’apertura mentale nuova per approcciarsi al lavoro in modo innovativo, abbattere le resistenze al cambiamento, eliminare gli atteggiamenti di ostilità verso le innovazioni organizzative e tecnologiche, passare a una cultura lavorativa per obiettivi e risultati, dove si richiedono autodisciplina, curiosità, autoapprendimento e proattività.

Con questo corso si vuole fornire alle partecipanti alcuni strumenti e informazioni che le portino ad una  maggiore consapevolezza di sé e delle proprie capacità, oltre che del contesto economico e sociale.

Si lavorerà sui più classici temi del saper leggere i contesti relazionali nel lavoro (colleghi, team, sistemi di relazione) e ancora sapere giocare le proprie doti, talenti, per la propria crescita personale e lavorativa.


Informazioni aggiuntive

  • Non sono richieste conoscenze pregresse
  • Ci sono massimo 8 posti disponibili
  • Non potranno partecipare i soggetti attualmente destinatari di altri progetti finanziati dal POR FSE del Veneto 2014-2020 e contestualmente ciascun destinatario che partecipa alle attività del presente progetto non può usufruire, contemporaneamente, di altri finanziamenti pubblici

Invia la tua candidatura entro il 23 Aprile

Per partecipare è necessario presentare i seguenti documenti: CV, Certificato di disoccupazione, copia Carta d’identità e modulo di richiesta partecipazione

Per maggiori informazioni: info@samarcandaonlus.it – 3534078897


Questa attività è inserita nel progetto L1: Liberiamo i talenti, DGR 526 del 28/04/2020 – DDR 644 del 05/08/2020, Attività Finanziata con il Fondo Sociale Europeo POR FSE 2014/2020 Asse I Occupabilità Direzione Formazione Istruzione. Il Veneto delle donne. Strumenti per la valorizzazione dei percorsi professionali e per la partecipazione al mercato del lavoro

“Il filo di Roberta” una casa rifugio per donne

Finalmente apre le porte il nuovo servizio “IL FILO DI ROBERTA – Casa rifugio tipo B Altovicentino”.

Grazie a questo le donne che subiscono violenza potranno avere

  • una accoglienza protetta in abitazione ad indirizzo segreto dove abitare con i loro figli minori
  • partecipare a percorsi di autonomia e potenziamento dellempowerment, inteso come conquista della consapevolezza di sé e del  controllo sulle proprie scelte, decisioni e azioni, sia nell’ambito delle relazioni personali, di  autonomia economica e sociali.

La casa è inserita in un contesto abitativo attualmente non ancora utilizzato con ampio  parco ed è così composta: 2 camere con due letti; cucina e soggiorno; bagno ampio; accesso riservato; ampio  giardino.


La casa rifugio e il progetto di accoglienza si chiamano “Il Filo di Roberta” e sono dedicati a Roberta Battocchio

Donna a noi vicina e amica, ma anche professionista preparata e competente.

A ricordo del suo operare colto, pacato, instancabile a fianco delle donne difendendone i diritti e la possibilità di autodeterminazione.

“Donna oggi è davvero un nuovo giorno,
apri gli occhi e guardati bene intorno,
prendi le distanze e vai oltre il muro,
cerca un posto per te più sicuro…”
Donna maltrattata, di Roberta Battocchio, 16/5/18



Iniziativa seguita dal progetto Seta, scopri di più

Ricerca operatore/operatrice socio-sanitario

Cooperativa Sociale Samarcanda Onlus ricerca un’operatore o operatrice da impiegare presso il Centro di Pronta Accoglienza per persone in situazioni di disagio sociale e abitativo a Schio.

-aggiornamento 12/04/21: la ricerca si è conclusa, grazie per aver inviato la vostra candidatura-

Sono richieste

  • Diploma di scuola media superiore e Certificato di Qualifica Professionale Operatore Socio-sanitario (OSS)
  • in alternativa, diploma di scuola media superiore con documentata esperienza di lavoro di almeno 12 mesi negli ultimi 4 anni nell’ambito dei servizi di accoglienza di persone in stato di emarginazione
  • disponibilità immediata

Si propone incarico subordinato a tempo determinato per sostituzione maternità part-time di circa 20/25 ore settimanali, con turni a rotazione, coperture diurne, notturne e su festivo.

 

SMELT: Skilling Marginalized people to Enter Labour Market

Samarcanda è capofila del progetto internazionale SMELT: SKILLING MARGINALIZED PEOPLE TO ENTER THE LABOUR MARKET (english description below).  Un percorso della durata di due anni finanziato dal programma europeo Erasmus Plus.

Cos’è?

Il progetto SMELT ha l’obiettivo di supportare le persone emarginate ad entrare nel mercato del lavoro. Mira ad affrontare il paradosso dei settori aziendali che soffrono di carenza di forza lavoro e l’alto numero di disoccupati vulnerabili.

SMELT vuole spezzare questo circolo vizioso di disuguaglianza e isolamento, promuovendo l’inclusione e l’empowerment!

Combinando competenze ed esperienze di associazioni / ONG che lavorano con persone emarginate, imprese, centri di formazione professionale e istituti di istruzione provenienti da 7 paesi, il progetto prevede di promuovere l’organizzazione di corsi di formazione specifici nell’ambito della saldatura.

CONCORSO PER IL DESIGN DEL LOGO

Se sei interessato/a a lavorare con persone vulnerabili, ti preoccupi dell’accessibilità al lavoro e delle pari opportunità e sei curioso di essere coinvolto in un progetto europeo ed internazionale, non perdere questa opportunità!

Inclusione, empowerment, uguaglianza e integrazione sono le parole chiave.

Il concorso mira a selezionare un logo di progetto, che identifichi pubblicamente il progetto SMELT.

Il logo sarà visibile sul sito web del progetto web e sui canali social nei materiali promozionali e in ogni strumento di comunicazione online e offline relativo al progetto.

Il vincitore avrà l’opportunità di supportare i partner nell’organizzazione e nell’attuazione di un seminario volto a migliorare le competenze tecniche e trasversali vulnerabili per facilitare il loro accesso al mercato del lavoro.

Il workshop sarà organizzato a livello locale da uno dei partner in Italia, Bulgaria, Macedonia del Nord, Cipro, Spagna e Serbia, coinvolgendo partner esperti e gruppi target.

Chi può partecipare?

Tutti i cittadini dai 14 anni in su interessati a progetti sull’inclusione e sull’integrazione di persone e giovani vulnerabili.

Come partecipare?

1. Scatena le tue capacità creative per un’Europa più inclusiva e per maggiori opportunità per tutti!

2. Crea una proposta di logo utilizzando la tua tecnica grafica e artistica preferita

3. Invia la tua proposta di logo tramite e-mail nominando il file con: NOME, COGNOME, ETÀ, PAESE

4. Scrivi “Smelt Logo Contest” nell’oggetto dell’email. Inviando una proposta, l’utente acconsente all’uso della proposta di logo all’interno del progetto SMELT e attività correlate.

INVIA A smelt-logocompetition@aldaintranet.org

Quando devi inviare la tua proposta di logo? La scadenza è il 17 marzo 2021


Chi sono i partner?

In Italia Samarcanda Cooperativa che collabora con l’impresa Ecor International, per passare ad ovest dove ci sono mar Violeta in Spagna e ALDA in Francia. A est, scopriamo Center for Democracy Foundation in Serbia, la scuola secondaria di SSOU MOSHA PIJADE -in Tetovo (MK) e SDRUZHENIE YUNI PARTNERS in Bulgaria. Infine, ultimo ma non meno importante, CENTRO DI SINTESI PER LA RICERCA E L’EDUCAZIONE nella calda isola di Cipro.


What is the SMELT project?
The SMELT project – Skilling Marginalized people to Enter Labour Market – is aiming to face the paradox of business sectors experiencing workforce shortage and the high number of vulnerable people unemployed, by supporting marginalized people in acquiring and developing key competences strategical for the labour market.
Marginalization, is often due to a lack of adequate education and/or specific technical skills, which contribute to cut off those people from the labour market and, as a consequence, exacerbates their social isolation and marginalisation. SMELT is willing to break this vicious cycle of inequality and isolation, promoting inclusion and empowerment!
Combining expertise and experiences of association/ngos working with marginalized people, enterprises, VET centers and educational institute proceeding from 7 countries, the project is expecting to promote the access to VET and low-skilled professions (in the specific the welder one) through organizing specific training courses.
Submit your logo proposal and make yourself known throughout Europe!
Involving citizens is the best choice when it comes to CREATIVITY and INCLUSION!
Inclusion, empowerment, equality and integration are the keywords of this competition coordinated by ALDA (European Association for Local Democracy), and at the basis of the SMELT project – Skilling Marginalised People to Enter the Labor market.
The competition aims to select a project logo , which publicly identifies the SMELT project in its mission and its values ​​and represent it throughout Europe.Are you ready to participate in this challenging competition and support the project in acquiring an international visibility?? Participate!
If you are interested in working with vulnerable people, you care about labor accessibility and equality of opportunity, and you are curious about getting involved in a EU/ International projects, don’t miss this opportunity ! → Enter the SMELT Logo Competition! The best proposal created by citizens will be selected to become the SMELT project logo! The logo will be promoted on the official website of the web project and on social channels, used in promotional materials and in any online and offline communication tool related to the project.
Who can participate?
All citizens aged 14 and over interested in project about inclusion and working in the field of integration of vulnerable people and young, or are willing to know more about this secotr.
How to participate?
1. Unleash your creative skills for a more inclusive Europe and for more opportunities to all!
2. Create a logo proposal using your favorite graphic and artistic technique
3. Send your logo proposal by e-mail naming the file with:
NAME, SURNAME, AGE, COUNTRY ,
4. Please write “Smelt Logo Contest” in the email subject .
By submitting a proposal, the user agrees to the use of the logo proposal within the project
SMELT and related activities.
SEND IT TO smelt-logocompetition@aldaintranet.org
What are the eligibility criteria?
Eligible proposals can be an image accompanied by the project acronym (SMELT) and
from the official logo of the EU ER+.
The logo must represent the identity of the project and its mission : to include vulnerable people, foster soft and VET skills, enhance people possibilities and quality of life.
The logo must be:
• Original and not related to other existing activities / initiatives / projects
• Color and / or black and white
• Easy to reduce or enlarge, without losing the communicative and artistic impact.
A short text may also be included (maximum 30 letters – space included), referring to the words and / or key concepts of the project: inclusion, empowerment, opportunities, strengths, inclusion, cooperation, technical skills, labor market, ..
Who are the partners?
Go surfing in the partners’ social pages to discover who are they and what they do!
In Italy, we have Samarcanda Cooperativa collaborating with Ecor International enterprise, then going to West Association mar Violeta in Spain and ALDA in France.
On the East, let’s discover Center for Democracy Foundation in Serbia , the secondary school of SSOU MOSHA PIJADE -in Tetovo (MK) and SDRUZHENIE YUNI PARTNERS in Bulgaria. Finally, last but not least, SYNTHESIS CENTER FOR RESEARCH AND EDUCATION in the warm island of Cyprus!

Segui il progetto anche nei canali Social / Follow us through Social Networks

8 marzo 2021 – Giornata internazionale della Donna


“…tutti sembrano sapere che ci sono cose da femmine e cose da maschi ma nessuno sa perché …”


In questo video, realizzato in collaborazione con lo Sportello Donna e l’Assessorato alla promozione sociale del Comune di Malo, proponiamo alcune letture per i bambini e  alcune storie non stereotipate. 

Storie di educazione paritaria per promuovere le pari opportunità.

Eliminare gli stereotipi anche nell’educazione delle nuove generazioni è il primo passo per promuovere una società più paritaria, senza discriminazioni che sono fondate su idee in merito al ruolo maschile e femminile difficili da estirpare.

Iniziamo a raccontare un’altra storia

… e tu hai qualche idea su come si potrebbe pensare ad una società più paritaria?

Invia i tuoi suggerimenti nei nostri canali social: Facebook / Instagram

Continueremo con il progetto #change!


Perchè nella giornata dell’8 marzo è importante ricordare che:

  • nel 2020 il 98% di chi ha perso il lavoro è donna
  • su circa 200 Paesi nel mondo solo 20 sono guidati da donne
  • il salario medio delle donne è inferiore a quello degli uomini in media del 20%
  • le donne svolgono 5 ore e 5 minuti di lavoro non retribuito di assistenza e cura al giorno mentre gli uomini 1 ora e 48 minuti
  • in Italia il welfare fatto in casa, dalle donne, fa risparmiare allo Stato 395 miliardi di euro

Piano operativo per colloqui Servizio Civile Universale

Piano operativo per lo svolgimento dell’organizzazione delle prove “in presenza” per la
selezione degli aspiranti operatori volontari del servizio civile universale ai sensi della Circolare del
Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale del 24 febbraio 2021 recante
“Indicazioni sulle modalità operative di svolgimento dei colloqui degli aspiranti operatori volontari”

Tipologia di spazi dedicati e procedure di areazione

I locali adibiti all’espletamento della prova orale devono essere ampi e areati; saranno oggetto di frequente ricambio d’aria, in particolare quando si avvicendano i candidati, mediante apertura di finestre al fine di favorire l’aerazione naturale dell’ambiente.
I locali dovranno garantire la possibilità del mantenimento ed il rispetto del “criterio di distanza droplet” di almeno 1 metro tra il personale dell’organizzazione/vigilanza e tra le commissioni esaminatrici, aumentato di un altro metro nell’aula concorso (totale 2 mt), tra i candidati e tra i candidati e il personale dell’organizzazione/vigilanza e le commissioni esaminatrici in ogni fase della procedura concorsuale. Gli eventuali uditori dovranno essere in numero limitato ed adeguato a garantire il necessario distanziamento. In tutta l’area, particolarmente nelle aree antistanti l’aula concorsuale e i servizi igienici, devono essere resi disponibili, in numero adeguato, dispenser con soluzione idroalcolica per le mani e cartelli con le istruzioni per il corretto lavaggio delle mani.
L’ente, anche mediante apposita cartellonistica affissa nell’area concorsuale, raccomanda ai candidati la moderazione vocale, evitando volumi alti e toni concitati al fine di ridurre l’effetto “droplet”.

Ricerca mediatrice/mediatore linguistico-culturale

SAMARCANDA RICERCA 1 FIGURA NELL’AMBITO DELLA MEDIAZIONE LINGUISTICO-CULTURALE

Cooperativa sociale Samarcanda onlus opera nel territorio scledense con percorsi di supporto a situazioni di difficoltà e disagio e con attività di prevenzione e promozione della qualità della vita.
Ha al suo attivo numerosi progetti tra i quali il servizio dedicato alla mediazione linguistico-culturale.
In tale ambito stiamo cercando una mediatrice o un mediatore linguistico culturale di lingua e nazionalità cinese.

Scopo della funzione
Il mediatore culturale è una figura professionale che facilita la comunicazione, la collaborazione e la
convivenza negli ambienti in cui per gli stranieri è più difficile comprendere e farsi comprendere (scuole,
ospedali, servizi sociali…).
Egli da quindi supporto nell’interazione tra cittadini e istituzioni italiane e persone di origine straniera
che si confrontano a vari titolo con tali istituzioni.
Nello specifico la ricerca è orientata a persone che abbiano affrontato in prima persona il percorso
migratorio dalla Cina all’Italia, al fine di garantire una maggiore vicinanza con gli utenti. Inoltre sarà data
preferenza a mediatori e mediatrici che risiedono stabilmente in Italia da molti anni e con ottima
conoscenza sia del contesto italiano che di quello del paese di origine.

Principali funzioni
– Facilita le attività quotidiane in ambito scolastico (supportando i docenti nella comunicazione con
le famiglie straniere) in ambito ospedaliero (aiutando gli utenti stranieri nella comprensione delle
comunicazioni date dai medici e delle prassi per usufruire del servizio sanitario) in ambito dei
servizi sociali (affiancando utenti e operatori nei percorsi di aiuto e assistenza). A tal fine deve
saper usare risorse linguistiche e metodologiche adatte allo specifico contesto e alle caratteristiche
delle persone migranti con cui opera.
– Ascolta i bisogni espressi dall’utenza straniera, le traduce ai servizi con cui si interfacciano
– Facilita la comprensione da parte dell’utenza straniera delle informazioni fornite dai servizi,
focalizzandosi sulle specifiche priorità in base al contesto (scuola, ospedale, servizi sociali..);
– Media durante situazioni di sopraggiunti conflitti ed incomprensioni;

Vendita online – Corso gratuito per donne disoccupate

Samarcanda propone un nuovo corso gratuito per donne disoccupate che si terra in modalità on-line: le partecipanti potranno seguire i corsi da casa collegandosi a internet con il pc o il tablet.

Strategia multicanale on/off line” è il titolo del corso e il tema principale che sarà affrontato.

Attraverso questo tipo di approfondimento le partecipanti potranno essere di supporto alle aziende che vogliono migliorare la loro presenza sul web, utilizzando strumenti come l‘e-commerce e la vendita e assistenza online. Un argomento sempre più richiesto da PMI e società che soprattutto a causa dell’emergenza Covid devono relazionarsi con clienti acquisiti e potenziali attraverso Internet.

N.B. le partecipanti al corso potranno svolgere un tirocinio in una delle aziende partner del progetto

Il percorso formativo mira allo sviluppo delle seguenti competenze utili nel campo delle vendite. Tra i temi affrontanti

– la gestione della relazione con il cliente

– conoscenza di tecniche e stili di comunicazione appropriate

– promozione e attivazione di servizi connessi alla vendita

– l’utilizzo degli strumenti digitali nella vendita e l’assistenza ai clienti (social network, app, …)

– gestione delle delle principali piattaforme di e-commerce: Magento, Prestashop, WooCommerce

– tecniche di gestione del cliente da remoto

Informazioni aggiuntive

  • Non sono richieste conoscenze pregresse
  • I corsi si svolgeranno la mattina nel mese di Marzo per un totale di 40 ore
  • Ci sono massimo 7 posti disponibili
  • Non potranno partecipare i soggetti attualmente destinatari di altri progetti finanziati dal POR FSE del Veneto 2014-2020 e contestualmente ciascun destinatario che partecipa alle attività del presente progetto non può usufruire, contemporaneamente, di altri finanziamenti pubblici

Invia la tua candidatura entro il 28 Febbraio! 

Per partecipare è necessario presentare i seguenti documenti: CV, Certificato di disoccupazione, copia Carta d’identità e modulo di richiesta partecipazione

Per maggiori informazioni: info@samarcandaonlus.it – 3534078897


Questa attività è inserita nel progetto L1: Liberiamo i talenti, DGR 526 del 28/04/2020 – DDR 644 del 05/08/2020, Attività Finanziata con il Fondo Sociale Europeo POR FSE 2014/2020 Asse I Occupabilità Direzione Formazione Istruzione. Il Veneto delle donne. Strumenti per la valorizzazione dei percorsi professionali e per la partecipazione al mercato del lavoro