Archivio Autore

Collabora con noi o scopri come supportarci

La scuola sta per finire, ma anche per chi ha già terminato gli studi si avvicinano scadenze importanti, ad esempio la presentazione della dichiarazione dei redditi o la progettazione della seconda metà dell’anno.

Anche noi di Cooperativa Samarcanda vogliamo condividere con voi alcuni pensieri con dei suggerimenti che possono essere una scelta responsabile da parte vostra e un grande aiuto per noi!

Partiamo dal servizio più importante che offriamo, l’accoglienza

Tra i progetti realizzati “La tenda di Abramo” con la rete dei Comuni dell’Alto Vicentino per la gestione dell’emergenza in Ucraina, mentre sono ancora in corso ASYLIA che segue laccoglienza richiedenti di protezione internazionale e la gestione del progetto SAI “Mosaico” del comune di Marano VicentinoScopri di più su questo servizio

 

Foto dal sito Vita.it

Promettenti i risultati dei settori di Samarcanda dedicati ai più giovani, Fuoridea e Megahub.

I risultati di Fuoridea nella gestione del Faber box di Schio sono stati ottimi: nel 2023 più di 10.000 ragazzi e ragazze tra i 14 e i 19 anni hanno attraversato questo nuovo spazio per i giovani. Per ogni giorno di apertura gli operatori sociali di Samarcanda hanno fornito una o più consulenze sui temi della formazione, lavoro, volontariato e tempo libero.

A Valli del Pasubio, invece, ragazzi e ragazze sono diventati protagonisti attivi di progetti di rigenerazione urbana con incontri dedicati alla street art e al writing, oltre ad un grande progetto di riqualificazione urbana. Sta nascendo  infatti un centro di aggregazione ricreativo e/o per lo studio, il lavoro a distanza e gli incontri di gruppo, che sarà gestito dai giovani in collaborazione con la comunità e il Comune.

Il fablab (laboratorio digitale) di Megahub, infine, oggetto di studio all’interno del saggio “Fabschool. La pedagogia creativa modello ‘Maker’ a scuola” della ricercatrice Martina Ferracane, ha inaugurato una nuova sede all’interno del progetto Villa Fabris Bene Comune a Thiene.

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci, oppure, se vuoi supportare i progetti descritti sopra, segui questi suggerimenti 

Digital Summer Weeks (8-13 anni)

Le Digital Summer Weeks di Meghaub sono esperienze educative a scopo formativo in linea con gli obiettivi dell’agenda europea DigComp 2.2.

Durante queste settimane, i partecipanti avranno l’opportunità di imparare e giocare, con una particolare attenzione all’educazione digitale.

“Ci differenziamo dai normali centri estivi grazie alla presenza di formatori e formatrici educativi digitali qualificati e esperti in diverse tecnologie, tra cui stampa 3D, taglio laser, Arduino e robot educativi come Codey Rocky, mBot, MaQueen, Lego Spyke e Lego WeDoo. –

Inoltre, utilizzeremo schede elettroniche programmabili come microbit per arricchire l’esperienza educativa dei partecipanti. Per approfondimento sugli obiettivi educativi e formativi consultare l’apposita sezione”

Clicca qui o sull’immagine di seguito per maggiori informazioni

Nella dichiarazione dei redditi scegli Zattera Blu

Samarcanda nasce dal percorso intrapreso da Zattera Blu di Calvene, che ora è una onlus di cui facciamo parte.

Grazie a questa collaborazione possiamo realizzare progetti lungo tutta la fascia pedemontana, dal territorio dell’Alto Vicentino, dove ci troviamo, fino alla provincia di Treviso: insieme con noi ci sono Adelante (Bassano del Grappa), Radicà (Calvene) e Kirikù (Crocetta del Montello).

Dona il tuo 5 x mille e sostieni quattro realtà con una sola firma!

Inserisci il codice fiscale: 02349150249


La parola al presidente di Zattera Blu Oscar Mazzocchin

“La nostra mission è la difesa dei diritti delle persone svantaggiate e la promozione di una cultura sociale fondata sui valori dell’equità, dell’inclusione sociale e della solidarietà.

Realizziamo interventi e progetti con bambini e famiglie in difficoltà, persone in stato di disagio e povertà, donne vittime di violenza e giovani alla ricerca di occupazione

Il vostro sostegno è importante per rinnovare quotidianamente il nostro l’impegno nell’accompagnamento educativo di minori con problemi familiari e giovani senza lavoro, e difendere i diritti delle persone del nostro territorio che vivono in una condizione di disagio e marginalità che li pone a forte rischio di esclusione sociale.

Tra i protagonisti di Zattera Blu c’è don Beppe Gobbo, che sviluppa con noi progetti locali ma segue anche la nascita e lo sviluppo del villaggio di Idete in Tanzania.

Finora sono state fatte cose importanti, ma il nostro impegno continua ad essere importante al fine di favorire il miglioramento delle prospettive sociali e sanitarie di questa popolazione, in special modo per ridurre la mortalità infantile e l’analfabetismo, in un’ottica di sostenibilità futura e autonomia.


Cos’è il 5 x mille?

Il 5 x 1000 è una misura fiscale con la quale puoi scegliere di sostenere una associazione di volontariato o altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale destinando loro una parte delle imposte dovute allo Stato.

Perché scegliere Progetto Zattera Blu?

  • Perché contribuiamo ogni giorno alla difesa dei diritti delle persone svantaggiate e la promozione di una cultura sociale
  • Perché crediamo nella sperimentazione, nell’innovazione e nella formazione
  • Perché ci sono ancora tante cose che possiamo e desideriamo fare
  • Perché non costa nulla ma può fare la differenza per tanti!

Come destinare a Progetto Zattera Blu il tuo 5×1000?

Destinare il 5 per mille della dichiarazione dei redditi a Progetto Zattera Blu è molto semplice.

Ci sono due possibilità:

  • se presenti il Modello 730 o Unico firma nel riquadro indicato come “Sostegno degli Enti del Terzo Settore iscritti nel RUNTS” indicando nel riquadro il codice fiscale di Progetto Zattera Blu, 02349150249
  • se non devi presentare la denuncia dei redditi compila la scheda fornita insieme al CUD dal tuo datore di lavoro o dall’ente erogatore della pensione, firmando nel riquadro indicato come “Sostegno degli Enti del Terzo Settore iscritti nel RUNTS” e indicando il codice fiscale 02349150249; inserisci la scheda in una busta chiusa; scrivi sulla busta “DESTINAZIONE CINQUE PER MILLE IRPEF” e indica il tuo cognome, nome e codice fiscale; consegnala a un ufficio postale (che la riceverà gratuitamente) o a un intermediario abilitato alla trasmissione telematica (CAF, commercialisti…).

L’immagine di seguito mostra come compilare lo spazio 5×1000:

Se pensi che il nostro impegno quotidiano valga la tua firma ti invitiamo anche a farti moltiplicatore della nostra iniziativa, promuovendo la scelta di Progetto Zattera Blu per il 5×1000 con i tuoi familiari, parenti e amici.

Grazie in anticipo per il tuo aiuto e per il tuo tempo!

 

Multiculturalità ed educazione alla cittadinanza

Il Patto Educativo Territoriale presenta “Multiculturalità ed educazione alla cittadinanza – Incontro laboratoriale”

Sabato 18 Maggio presso l’Auditorium di Marano Vicentino (ore  9.00 -13.00) vi aspettiamo con Chiara Ragni – psicologa, psicoterapeuta e formatrice.

Sarà un laboratorio rivolto ad adulti e ragazzi/e in cui raccoglieremo idee concrete per realizzare percorsi e iniziative sul tema a Marano Vicentino.

Per la partecipazione di ragazzi/e minorenni è necessaria l’iscrizione e l’autorizzazione da parte dei genitori (tramite link o qrcode).

E’ gradita una gentile conferma della partecipazione bit.ly/3V8oLgt

“Il Paese che educa” è un progetto per nuove generazioni nel Comune Di Marano Vicentino selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile

RinnoValli: progetto per i giovani di Valli del Pasubio

Fonte: Ufficio Segreteria Comune di Valli del Pasubio

“Nel teatro San Sebastiano, si è tenuta la presentazione del progetto, alla presenza dell’Amministrazione Comunale, dei Gruppi giovani, delle associazioni partner, della cooperativa Samarcanda e di rappresentanti della scuola e dei genitori”

Essere giovani a Valli del Pasubio significa probabilmente essere cresciuti o abitare in una delle tante contrade disseminate nel vasto territorio comunale. I residenti con un’età inferiore a 35 anni sono meno del 30% della popolazione. Per l’esattezza sono 959. Da sempre la città più vicina e il punto di riferimento per i giovani è stata e continua ad essere Schio, dove ci si reca quotidianamente per frequentare la scuola secondaria, e poi probabilmente per il lavoro.

Valli del Pasubio da sempre non ha potuto offrire i servizi, le comodità, le opportunità culturali, sportive e di gestione del tempo libero offerte dalla vicina città, ma quello che manca soprattutto a Valli è un vero e proprio centro di aggregazione ricreativo e/o per lo studio, il lavoro a distanza e gli incontri di gruppo.

Gruppi Giovani

Pur con queste premesse, a Valli del Pasubio sono presenti e attivi da quasi vent’anni i Gruppi Giovani. Questi Gruppi spontanei legati alla realtà parrocchiale, operano da sempre per creare occasioni di aggregazione sana, collaborando con le numerose associazioni del territorio nel servizio alla comunità e nel valorizzare le risorse del paese. Questi Gruppi, ad oggi, non hanno ancora un luogo stabile dove portare avanti le loro attività e organizzare iniziative.

Locali in via Molin Barbiero

A seguito della donazione al comune di un ex laboratorio di panificazione e locali annessi, in via Molin Barbiero a due passi dal centro del paese, l’Amministrazione ha individuato quegli spazi per realizzare quella “Casa” tanto importante per i Gruppi giovani. Con 100.000 euro propri dell’ente sono stati eseguiti importanti lavori di bonifica e ristrutturazione. Inoltre sotto la guida dell’assessore di riferimento, gli uffici coadiuvati dalla nostra Cooperativa Samarcanda, hanno partecipato ad un bando della Fondazione Cariverona sulla promozione di comunità inclusive.

Il progetto presentato dall’ente è stato selezionato tra i 19 progetti che hanno beneficiato del finanziamento da parte della Fondazione. Il progetto denominato “Rinnovalli” ha ottenuto, i primi di ottobre, un finanziamento di 79.000 euro. Con questi fondi oltre a quelli già impegnati, sono in corso i lavori che comprendono l’allestimento dei locali e gli arredi degli spazi multifunzionali (cucina, bagno, area studio e coworking, area ricreativa, aula formativa e per gli incontri di gruppo e di divulgazione).

Il progetto completo si compone di varie azioni volte a:

  • avere uno spazio bello, moderno e sostenibile per iniziative animative, socio ricreative, formative e culturali
  • definire adottare un modello di cogestione dello spazio (cura e promozione Bene Comune)
  • incrementare coinvolgimento dei giovani nel rilancio culturale e turistico del paese
  • offrire ai giovani uno spazio per studio, lavoro e socialità
  • promuovere percorsi di autonomia abitativa per U35
  • aumentare integrazione di giovani migranti
  • promuovere forme di supporto peer to peer per minori in difficoltà.

Attività di Megahub a maggio

Nel coworking in via Paraiso a Schio, troverai spazi di ufficio condivisi dove liberi professionisti operano in diversi settori.

Se vuoi fare una prova scrivici o vieni la mattina di venerdì 10 Maggio: siamo al primo piano dell’ex maglificio Sartori e ti aspettiamo per un caffè 😉

 

I tutor di Megahub ti aspettano invece nella tinaia di Villa Fabris a Thiene con le seguenti attività

-Sabato 4 maggio *attività gratuite*
  • dalle 15:00 alle 16:00 workshop di stampa 3d per bambin*
  • durante tutta la giornata una pop up exhibition di stampanti 3d in collaborazione con Prusa Research 3D printers
-Mercoledì 8 maggio iniziano i dopo scuola “Pomeriggi digitali”
-Sabato 11 maggio *attività gratuite*
  • alle 11 e alle 16 due workshop di stampa 3d per adulti
  • durante tutta la giornata una pop up exhibition di stampanti 3d in collaborazione con Prusa Research 3D printers
  • dalle 10:00 alle 12:00 dimostrazioni gratuite di riciclo di tessuti con Kiki: Silvia vi mostrerà come realizzare degli scrunchies (vedi la foto di seguito) e per chi vorrà ci sarà un confronto sulle pratiche legate alla sostenibilità e i laboratori futuri di upcycling in Villa Fabris

Conferma la tua partecipazione compilando questo modulo on-line

Corso e tirocinio per under 35 come specialista nella comunicazione digitale

Il mercato del lavoro sta evolvendo rapidamente e i percorsi scolastici formano gli allievi in maniera adeguata, ma non specifica rispetto alle esigenze delle aziende. Spesso le competenze richieste sono specifiche a seconda delle mansioni lavorative, legate allo saper fare e allo svolgimento dei compiti lavorativi.

Cooperativa Samarcanda propone nuovi corsi di formazione altamente specializzati, in diversi ambiti, rivolti a giovani NEET tra i 18 e i 35 anni in cerca di occupazione.

Visita il sito dedicato per maggiori informazioni

Stiamo raccogliendo adesioni per under 35 interessati/e a lavorare come specialista nella comunicazione digitale

 

Alto Vicentino Neetwork è un progetto di Samarcanda Società Cooperativa Sociale Onlus sostenuto da Fondazione Cariverona
Nasce dalla volontà condivisa con alcune aziende del territorio di creare uno strumento facilmente replicabile e scalabile per potenziare il processo di ricerca e formazione del personale e migliorare la comunicazione e la corrispondenza tra domanda e offerta di occupazione e formazione specifica e professionalizzante e di aumentare l’occupabilità dei Neet del territorio.
L’impatto che il progetto intende avere sul lungo termine è un cambiamento della prospettiva comune rispetto al lavoro artigianale e manifatturiero e al terzo settore, rispettivamente spesso visti da giovani e famiglie come svalutanti e poco remunerativi oppure come privi di concretezza e reale impatto sulla società.

Gli obiettivi

  • Aumento delle proposte formative e professionalizzanti innovative
  • Rivalutazione del valore del lavoro manifatturiero e del terzo settore
  • Diminuzione dello scarto tra domanda e offerta di occupazione

Selezioni servizio civile 2024

Di seguito il calendario delle selezioni per il servizio civile presso la nostra sede

  • GIULIA CISCATO, data 18/03/2024 ore 11.30 – PROGETTO “PROSPERE: progetti di sviluppo personale ed empowerment per donne in condizione di fragilità 2023” – CODICE PROGETTO PTCSU0024823011550NMTX
  • FILIPPO NERESINI , data 18/03/2024 ore 12.30 – PROGETTO “StarBAS: star bene a scuola 2023” – CODICE PROGETTO PTCSU0024823011548NMTX

Per vedere i documenti ufficiali clicca qui

Per ulteriori informazioni scrivere ad alberto.graziani@samarcandaonlus.it

Iniziative per la giornata internazionale dei diritti della donna 2024

In occasione della Giornata internazionale dei diritti della donna il Progetto Seta vi invita a partecipare a questi incontri

  • Giovedì 07 Marzo “Educare alla parità” 

    Vi aspettiamo alle 20.30 presso la Sala Consiliare del Comune di Malo, ex chiesetta di San Bernardino, per l’incontro con la pedagogista Alessia Dulbecco, autrice del libro “Si è sempre fatto così! Spunti per una pedagogia di genere” (Edizioni Tlon).

    Un incontro organizzato dallo Sportello Donna di Malo in collaborazione con l’Assessorato alla promozione sociale e alle politiche giovanili del Comune di Malo.

    Alessia Dulbecco (1985) è una pedagogista, counsellor e formatrice specializzata in ambito DE&I (diversity, equity, inclusion). Dopo un decennio di attività all’interno di Centri Antiviolenza in Liguria e Toscana, è attualmente freelance e si  occupa di condurre formazioni e laboratori all’interno di scuole, aziende e associazioni finalizzate a contrastare le discriminazioni.
    Scrive per diverse testate culturali (The italian review, L’Indiscreto, il Tascabile, The vision, The Period), è coautrice per Prospero Edizioni e D editore.
    “Si è sempre fatto così! Spunti per una pedagogia di genere” (Edizioni Tlon) è il suo primo saggio.

    Per ulteriori informazioni www.comune.malo.vi.it, sportellodonnamalo@comune.malo.vi.it, tel. 3703660891

 

  • Venerdì 8 Marzo alle 17:20 Corteo a Schio insieme alle associazioni del territorio a Schio: per restare aggiornat3 seguici sui social Instagram / Facebook

 

Leggi degli approfondimenti sulla violenza di genere

 

“Il paese che educa” a Marano Vicentino

Multiculturalità, violenza di genere online e nel linguaggio, parità educativa, educazione alla cittadinanza. E ancora, utilizzo delle nuove tecnologie, difesa e rispetto per l’ambiente.

“Il paese che educa” è un progetto per nuove generazioni a Marano Vicentino  selezionato da Con i Bambini” nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile e avviato in collaborazione con la nostra cooperativa e Radicà Onlus.

Saranno organizzati laboratori dedicati agli studenti della scuola secondaria di primo grado “Vittorio Alfieri” e, nei prossimi mesi, anche agli alunni di alcune classi della scuola primaria di Marano Vicentino.

I primi incontri si terranno in orario scolastico con la psicologa, psicoterapeuta e formatrice Chiara Ragni, la quale parlerà agli studenti di multiculturalità, partendo dai pregiudizi e dagli stereotipi che spesso accompagnano tale argomento.

Nei prossimi mesi si proseguirà poi con le attività riguardanti la parità nell’educazione alla cittadinanza (curate dal nostro servizio progetto Seta e da alcuni esperti esterni), le alleanze per l’ambiente, il rapporto tra violenza di genere e linguaggio e la violenza di genere online (curate anche da Megahub).

Laboratori che si alterneranno con incontri pubblici serali, rivolti a genitori, insegnanti, educatori e alla cittadinanza in generale, che affronteranno di volta in volta le tematiche sviluppate nel Patto Educativo Territoriale del Comune di Marano Vicentino e calate nel progetto “Il paese che educa”.

Di seguito i prossimi appuntamenti organizzati in Auditorium a Marano Vicentino dalle 20.30 alle 22.30.

  • Mercoledì 28 febbraio: Multiculturalità ed educazione alla cittadinanza – Pregiudizi e stereotipi. Ospite Chiara Ragni, psicologa, psicoterapeuta e formatrice. Incontro dedicato in particolar modo ad educatori/educatrici e ad insegnanti.
  • Mercoledì 6 marzo: Cose da Maschi e cose da Femmine – Come la famiglia può educare alla parità. Ospite Alessia Dulbecco – pedagogista e autrice. Incontro dedicato in particolar modo ai genitori.
  • Giovedì 7 marzo: Multiculturalità ed educazione alla cittadinanza – Migrazioni e percorsi di integrazione in Italia. Ospite Chiara Ragni, psicologa, psicoterapeuta e formatrice. Incontro rivolto a tutta la cittadinanza.

E’ gradita una gentile conferma della partecipazione https://forms.gle/xSyPPWFrqo7oSEZZ7

Info e contatti:

3316238553 (Gianluca)

3273352106 (Glenda)

0445598861 (Biblioteca Civica di Marano Vicentino)