Convegno pubblico “L’abitare” – Venerdì 5 aprile

Venerdì 5 aprile Cooperativa Samarcanda organizza un convegno per approfondire il tema dell’abitare: il focus verterà sulle prospettive di accoglienza e su nuove idee e soluzioni abitative per persone a rischio di esclusione sociale.

PROGRAMMA DEL CONVEGNO

Ore 9.00 – 10.00
Saluto del Sindaco di Schio, Valter Orsi.
L’APPROCCIO ALL’ABITARE, BISOGNI E RISORSE DEL TERRITORIO DI SCHIO
Interviene Cristina Marigo, Assessore al Sociale – Politiche della Famiglia – Città dei Bambini del Comune di Schio.

L’ESPERIENZA DELL’ACCOGLIENZA A CASA BAKHITA, PROGETTUALITÀ E NUOVI SCENARI
Interviene Lorenzo Sette, presidente della cooperativa Samarcanda onlus di Schio.

Ore 10.00
IL PROGETTO ABITARE SOLIDALE – LE OPPORTUNITÀ DELLA COABITAZIONE
Interviene Gabriele Danesi, coordinatore e vicepresidente di Auser Abitare Solidale, Firenze.

(S)CAMBIO – #sono come sono. Progetto fotografico per sole donne

Domenica 10 marzo 2019 dalle ore 10.00 alle ore 13.30
presso Officine- Mega Hub-FabLab e Coworking Altovicentino – via Paraiso, 60 – Schio

Cos’è
Il progetto (S)Cambio è un invito a tutte le donne a rifiutare gli stereotipi della bellezza femminile imposti dal nostro tempo e ad aprire gli occhi sulla propria reale bellezza.

Un appello a riconoscere le proprie risorse  senza la possibilità di ricorrere al fotoritocco per correggere quelli che sono considerati difetti guardando invece all’unicità di ognuna.

Con (S)CAMBIO #sono come sono, cooperativa Samarcanda onlus vuole promuovere un 8 marzo fatto da donne “vere”

Come si sviluppa
Il progetto prevede l’invito alle donne a una mattinata in cui  andare oltre le proprie insicurezze e paure e giocare con la propria immagine accettando che sarà “buona la prima”.

Le foto saranno realizzate dalla una fotografa Elisabetta Roncoroni  attraverso l’uso di una polaroid. La propria  foto, che non sarà possibile rifare, sarà consegnata alle partecipanti con l’unica richiesta di lasciare in cambio un testo scritto sul tema degli stereotipi della bellezza femminile e sul loro superamento.

Re-Living e oltre

Uno sguardo alle attività implementate all’interno del progetto Re-Living dalle operatrici del Progetto Seta. Nell’annualità 2018 il progetto è stato sostenuto da Fondazione Cariverona.
Ecco i risultati:

PERCORSI DI ORIENTAMENTO e accompagnamenti individuali:
– Percorsi di orientamento al lavoro ed all’autonomia : per elaborare un progetto di autonomia,
messa a fuoco delle competenze e ricerca attiva del lavoro.
– Offerta formazione professionalizzante.
– Attivazione di tirocini.
– Accompagnamenti individuali di supporto a donne in uscita da situazioni di Violenza.

SENSIBILIZZAZIONE:
– A SCUOLA con le “CATTEDRE ROSA” e l’elaborazione del “Decalogo del rispetto di genere”.
– NEL TERRITORIO con il VIDEO “IO GIOCO ALLA PARI” in collaborazione con ASD Rugby Bassano.
– CON I MEDIA e i GIORNALISTI : ciclo di incontri sulla narrativa di genere rivolto ai giornalisti e accreditato presso l’ordine dei giornalisti del Veneto. I relatori: Associazione GIULIA (Giornaliste unite libere autonome), Alberto Leiss – Maschile Plurale, Cristina Martini – (Università di Verona).
– CON LE AZIENDE del territorio : formazione rivolta ai/alle responsabili delle Risorse Umane. I temi trattati saranno la legislazione sulle molestie sul lavoro.

Cosa continuiamo a fare: Re-living e oltre

Comunicato stampa Opus in Network

 

Mercoledì 21 novembre, Schio (VI)
c/o Cooperativa Samarcanda

Opus in Network, una rete per il lavoro è un progetto realizzato da Samarcanda Cooperativa Sociale Onlus, con il sostegno di Fondazione Cariverona, con l’obiettivo di mettere in rete le imprese virtuose dell’Alto Vicentino, instaurando nuove forme di collaborazione tra aziende profit ed enti non profit. Partner del progetto sono: Ulss 4, Confartigianato, Enac, Cesar e i Comuni di Schio, Thiene, S.Vito di Leguzzano, Marano Vicentino, Santorso e Valli del Pasubio.

Le aziende aderenti alla rete hanno dimostrato un’attenzione particolare alla responsabilità sociale d’impresa, attivando dei tirocini per persone in condizione di difficoltà seguite dalla cooperativa Samarcanda. Da questo progetto è nato un albo delle aziende virtuose disponibile on-line al sito: http://opusinnetwork.samarcandaonlus.it/

In un territorio in cui storicamente le imprese hanno sempre dimostrato sensibilità verso i temi del welfare e dell’impegno etico, Opus in Network si pone come obiettivo la sensibilizzazione delle realtà produttive locali sui temi della povertà e del disagio sociale, questioni che si intrecciano fortemente con le difficoltà di accesso al mondo del lavoro di alcune persone fragili. Samarcanda si propone di facilitare l’incontro tra persone svantaggiate e le realtà produttive locali, attivando percorsi di orientamento lavorativo, formazione, riqualificazione e inserimento professionale; innescando così nuovi processi di inclusione sociale.

Con l’occasione oggi viene inoltre presentato l’albo delle 14 aziende aderenti a Opus in Network a cui verrà conferito un riconoscimento. Anche per la realizzazione di questo premio si è deciso di valorizzare l’economia locale, per cui la sua progettazione e realizzazione è avvenuta all’interno di Megahub, uno spazio di coworking gestito da Samarcanda.

Gli esiti del progetto sono raccontati attraverso la video testimonianza di quattro aziende del territorio come Turo Italia SPA, Fonte Margherita SRL, Azienda Agricola Leonardi Renato e La buona terra che hanno ottenuto dei risultati significativi da questa esperienza. Queste attività hanno avuto un impatto sulla qualità della vita delle persone coinvolte nei tirocini, sia dal punto di vista occupazionale, creando opportunità di percorsi di formazione e tirocini, sia da quello socio-relazionale, nella misura in cui gli ambienti di lavoro sono stati capaci di accogliere le persone con le loro fragilità, creando quella rete di relazioni indispensabili all’uscita dalla condizione di marginalità. Alcuni di questi tirocini si sono anche trasformati in contratti di lavoro.

Opus In Network, è una rete aperta, a cui si possono aggiungere altre aziende che desiderano diventare sempre più solidali e raggiungere i propri obiettivi di responsabilità sociale d’impresa. Infatti entrando nella rete, si diventa parte di un modello virtuoso che attiva percorsi non tradizionali di collaborazione tra aziende, enti non profit e i servizi sociali del territorio.

Il nostro modello si basa sulla collaborazione dei diversi attori del territorio – dichiara Alberto Graziani, Vice-presidente di Samarcanda Cooperativa Sociale Onlus – perché crediamo che per affrontare la problematica dell’inclusione sociale sia necessario l’apporto di tutti. Siamo anche convinti che aiutando le persone più ai margini della nostra società, si creino benefici per l’intera collettività. Attivando questi tirocini si da la possibilità a delle persone fragili, di mettersi in gioco e dimostrare il proprio reale valore. Le testimonianze raccolte,indicano che i tirocinanti spesso si dimostrano delle risorse lavorative e umane importanti per le aziende. Questo progetto ci aiuta a diffondere una cultura dell’accoglienza, perché permette di andare al di là dei pregiudizi, dimostrando che spesso chi viene stigmatizzato, ha solo bisogno di un’occasione. Per questo vogliamo ampliare questa rete, coinvolgendo un numero sempre maggiore di aziende.”

Sono intervenuti:

Alberto Graziani, Vice-presidente di Samarcanda Cooperativa Sociale Onlus,

Luca Romano, Consulente e Direttore di LAN Network

 

Le aziende finora iscritte all’albo di Opus In Network sono:

Apicoltura Valdastico,

Azienda agricola Leonardi,

Entropia Cooperativa sociale ONLUS,

Fonte Margherita SRL,

Il Ponte Cooperativa sociale,

La Buona Terra Snc,

La Casa Verde Ranch,

La locomotiva Cooperativa Sociale Onlus,

Meneguzzo Impianti SRL,

Petra Antiqua SRL,

Ristorante da Beppino,

Rivit SPA,

Turo Italia SPA,

Unicomondo Cooperativa A.R.L.

 

Per maggiori informazioni consultare il sito: http://opusinnetwork.samarcandaonlus.it/

inviare una mail a:

presidenza@samarcandaonlus.it

opus@samarcandaonlus.it

Conferenza stampa Opus in Network

Conferenza stampa di presentazione del progetto Opus in Network – una rete per il lavoro, realizzato da Samarcanda Cooperativa sociale Onlus
con il sostegno di Fondazione Cariverona.

mercoledì 21 novembre alle 12.30 
presso Cooperativa Samarcanda 
via Paraiso 60, Schio (VI)

Il progetto nasceva dalla volontà della cooperativa di creare occasioni di incontro e di dialogo con le aziende e le realtà produttive dell’Altovicentino, per arrivare a riconoscere una rete di soggetti socialmente responsabili, disponibili a collaborare nelle diverse azioni che Samarcanda intraprende quotidianamente a favore delle persone in situazione di difficoltà e disagio sociale.

Cercheremo di raccontare il progetto attraverso la video testimonianza di quattro aziende del territorio, il cui supporto ha avuto un impatto sulla qualità della vita di queste persone sia dal punto di vista occupazionale, creando opportunità di intraprendere percorsi di formazione e tirocinio, sia da quello socio-relazionale, nella misura in cui gli ambienti di lavoro sono stati capaci di accogliere le persone con le loro fragilità, dimostrandosi anche disponibili ad aiutarle in aspetti extra lavorativi.

L’evento costituirà un momento di restituzione dell’esperienza progettuale e di condivisione delle aspirazioni di sviluppo futuro della rete. Con l’occasione sarà inoltre presentato l’albo delle aziende di Opus in Network e verrà conferito un riconoscimento alle diverse realtà produttive aderenti.

La partecipazione è aperta ad aziende, cittadinanza e operatori sociali.

Per maggiori informazioni visita il sito http://opusinnetwork.samarcandaonlus.it

 

La notte dei senza dimora

Il 17 ottobre è la Giornata mondiale di contrasto alla povertà
Per mantenere alta l’attenzione e sensibilizzare le persone a questo tema, manifesteremo a favore di chi dorme per strada e a chi non ha più una casa.
Lo faremo in allegria, con la musica, il teatro e i libri, invitando infine tutt* a mangiare con noi.

La Notte dei senza dimora nel Vicentino è piena di iniziative in programma!

PROGRAMMA

13 ottobre Schio – Centro città e Palazzo Boschetti

  • h 17.00 Partenza dalla Stazione dei treni: Racconti per strada della redazione di Scarp de’ Tenis
  • h 18.30 Casa Bakhita vi aspetta a Palazzo Boschetti!
    Aperitivo analcolico e musicale con “The Dagored Jug Band”
    Presentazione della mostra “Montagnaterapia”
  • h 19.00 Tutti a cena! Cena su iscrizione, contattare tel. 0445 530956 – eventi@samarcandaonlus.it – WhatsApp 3703630812 (iscrizioni entro il 12 ottobre!)
  • h 20.00 Spettacolo teatrale “Omu Cani” – compagnia Davide Dolores

14 ottobre Arzignano – Casa Dalli Cani Via Chiampo, 23

  • h 17.30 Racconti e immagini di chi ha perso la casa, a cura di Scarp de’ Tenis e Casa Dalli Cani
  • h 19.00 Aperitivo e buffet
  • h 20.00 Musica e dj set

17 ottobre Vicenza – Centro Onisto Borgo Santa Lucia, 51

Iniziative per le donne in partenza a settembre

Il Centro Antiviolenza Sportello Donna “Maria Grazia Cutuli” del Comune di Schio, in collaborazione con Progetto Seta di Cooperativa Samarcanda, propone tre interessanti corsi rivolti alle donne:

Per partecipare è necessario effettuare l’iscrizione presso il Centro Antiviolenza Sportello Donna negli orari di apertura al pubblico: martedì, mercoledì e venerdì dalle 9.00 alle 11.00.

Info: Centro Antiviolenza Sportello Donna, via Pasini 27 – Schio (VI) // tel 0445 691391 // sportello.donna@comune.schio.vi.it

 

Servizio Civile Universale: come candidarsi

Cooperativa Samarcanda accoglie 3 volontarie/i all’interno di 3 specifici progetti di Servizio Civile Universale.

I 3 progetti ai quali è possibile candidarsi sono:

Requisiti minimi di accesso:
– cittadinanza italiana, ovvero di uno degli Stati membri dell’Unione Europea, ovvero di un Paese extra UE purché regolarmente soggiornante in Italia
– avere tra i 18 e i 28 anni
– non aver riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata
– non avere svolto altri progetti di Servizio Civile